Halloween e i misteri della 'Lecce vecchia': il 31 ottobre un tour 'da paura' nel capoluogo salentino

Lunedì 31 Ottobre, a partire dalle ore 18.00, si terrà un tour alla scoperta dei misteri più inquietanti di Lecce in occasione di Halloween. L'Assessore Andrea Guido invita i cittadini a partecipare.


Il centro storico
Il centro storico

Lecce. Lo sapevate che il centro di Lecce nasconde leggende terribili e ricordi di avvenimenti inquietanti e misteriosi? Spesso capita di passeggiare nei crocicchi del capoluogo salentino proprio lì dove, secoli fa, accadde qualcosa di strano. Quale occasione migliore per scoprirlo se non in occasione di Halloween, (festività dalle origini americane ma ormai divenuta appuntamento fisso pure nel vecchio continente), ricadente come ogni anno in data 31 ottobre, grazie all’evento organizzato dall’Assessorato all’Ambiente. Da oggi sulle pagine social dell’assessore Guido e del Comune di Lecce un sinistro invito viene ripetuto e rivolto a tutti, grandi e piccini: "Chi vuole venire con me alla scoperta dei misteri della Lecce vecchia?”. Appuntamento, dunque, alle 18.00 di lunedì a porta San Biagio. “Siete tutti invitati, grandi e piccini. Ci faremo raccontare, passeggiando nel barocco buio, di quelle ombre e di quei fantasmi che da secoli abitano nei vicoli e che tra essi si muovono ancora con cautela. E in silenzio”.

Sarà un tour a piedi nel barocco buio per scoprire i misteri, le leggende popolari e i segreti terribili custoditi da palazzi, vicoli e chiese all’interno delle antiche mura. E per ricordare che il rispetto ambientale, anche quello urbano, specie quando se permeato di arte e storia, è fondamentale. Ad accompagnare i cittadini, esperti di esoterismo, guide, storici, letterati, attori in costume e il personale dell’ufficio comunicazione di Monteco srl. Insieme alla famosa guida Daniela Bacca, sulle orme di Giovanni Binucci – menestrello incantatore e illustre autore di “Lecce, storia e misteri tra le mura” – “ci faremo raccontare – rivela l’Assessore Guido – di quei fantasmi e di quelle ombre che da secoli abitano in quei vicoli e che tra essi si muovono ancora con cautela, e in silenzio, sullo sfondo di leggende e misteri che non potrete svelare a nessuno. Per sempre”.

Gli amori shakespeariani, tragici, che si consumarono tra le mura delle vecchie domus nobiliari; i racconti inerenti il miracolo di San Francesco quando, di ritorno dalla Siria, giunse a Lecce, affamato e stanco, durante la Settimana Santa del 1219, ed entrò in città dal varco nelle mura che si apriva nel punto in cui oggi è Porta San Biagio. I segreti, le arpie dai nudi seni, i leoni, le civette e i gufi. “Lì, tra le corti, dietro i sagrati e nei sotterranei dei palazzi ci aspettano misteriosi antichi personaggi per raccontarci dal vivo storie e vicende oscure successe davvero e che ancora tormentano i luoghi e le persone”, continua Guido.  
L’invito a prendere parte a questo terrificante giro nel sacro e nel profano è rivolto a tutti, giovani e meno giovani. Vi aspetto all’imbrunire a Porta San Biagio – conclude – armatevi di coraggio”.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |