Cortili Aperti arriva all'edizione numero 23. Androni e residenze pronte ad accogliere i visitatori | VIDEO

Torna la tanto attesa nuova edizione di 'Lecce Cortili Aperti'. 27 androni di residenze private apriranno le loro porte alle migliaia di cittadini e turisti pronti a invadere la città. Perrone: 'la collaborazione tra pubblico e privato è la chiave per molti problemi'.


Seracca Guerrieri Perrone e Coclite
Seracca Guerrieri Perrone e Coclite

Lecce. Torna uno degli appuntamenti culturali più attesi in città. Lecce, infatti, è pronta a mettere nuovamente in mostra i suoi cortili, grazie alla nuova edizione di ‘Cortili Aperti’, la numero ventitre.
 
Un’iniziativa che oramai ha conquistato cittadini e turisti, i quali giungono da ogni parte d’Italia che ammirare le bellezze troppo spesso nascoste della città. Anche per il 2017, dunque, gli appassionati potranno tornare a meravigliarsi davanti alle tipiche corti del centro storico leccese, addobbate per l’occasione.
 
L’evento, organizzato come di consueto dall’Associazione Dimore Storiche Italiane (Asdi) e realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Lecce, si svolgerà nella giornata di domenica 21 maggio ed è stato presentato questa mattina a Palazzo Carafa, alla presenza del sindaco Paolo Perrone, dell'assessore al Turismo e Marketing territoriale, agli Spettacoli e agli Eventi del Comune di Lecce, Luigi Coclite, e del presidente dell'Associazione Dimore Storiche Italiana, Giuseppe Seracca Guerrieri.
 
“Un appuntamento dalla grande valenza culturale – ci ha tenuto a sottolineare il Presidente di ADS. Siamo partiti da 7 cortili e poche decine di visitatori: oggi siamo a 27 dimore e tante, tantissime richieste di partecipazione. Anche quest’anno avremo come ospiti le scuole e il Conservatorio, con le nostre attente guide turistiche.
 
Ci saranno eventi in ogni cortile – prosegue Seracca Guerrieri – e siamo pronti per un altro successo. Mi sento di ringraziare il Comune e i tanti volontari che ci aiutano in questo evento, segno che questo appuntamento ormai è entrato nel cuore. L'obiettivo per i prossimi anni? Estenderci a livello internazionale”.
 
Per il sindaco Paolo Perrone “siamo davanti a una manifestazione dalla valenza nazionale, che altro non fa che potenziare l'attrazione turistica della città. Mi piace sottolineare – chiosa il primo cittadino – la bella alleanza tra i proprietari dei palazzi, l'Associazione Dimore Storiche e l'Amministrazione Comunale: ritengo sia questa la chiave per risolvere diversi problemi, la sinergia con i privati. Sono certo che il prossimo sindaco non possa prescindere nel fiancheggiare Dimore Storiche per eventi di tale caratura”.
 
A Cortili Aperti, poi, quest'anno sarà gemellata un'altra bella iniziativa. Presso la Biblioteca provinciale "Bernardini", infatti, sarà attivata una postazione multimediale del "Libro Parlato" per non vedenti, ipovedenti e dislessici, donata dai Lions Club di Lecce Santa Croce, Rudiae e Messapia. 
 
“Sono ormai anni – conclude l’Assessore Coclite – che viene riservata grande attenzione a un evento che permette di coniugare le bellezze architettoniche alla produzione di ricchezza. Lo scorso anno, tengo a precisare, abbiamo registrato70mila presenze: eventi di tale portata non rappresentano che il fiore all'occhiello per un intero territorio”.
 
Androni e cortili delle principali residenze private, insomma, sono pronte a riaprirsi agli occhi di cittadini e curiosi.



Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |