Alla scoperta dell'antico Salento: domenica nuova escursione con Dienneavventura

L'associazione culturale DieNneAvventura Ŕ pronta per una nuova passeggiata alla scoperta del nostro territorio. Domenica nuovo appuntamento: si parte da Vaste dal Parco dei Guerrieri fino a Specchia Gallone, passando per i paesaggi bucolici del Salento.


Un gruppo di escursionisti in Salento
Un gruppo di escursionisti in Salento

Vaste. Il Salento è ricco di storia e di bellezze ancora inesplorate, e ogni domenica DieNneAvventura camminando nella natura, conduce i suoi associati in un viaggio alla scoperta del nostro territorio e non solo.
 
DieNneAvventura, l’associazione culturale, sportiva che, da diverso tempo, si occupa della promozione e della tutela del territorio, domenica propone un trekking all’insegna della natura e delle bellezze artistiche di Vaste (frazione di Poggiardo). Si camminerà tra i resti Messapici dell’antica “Baxta”, come un tempo veniva chiamata Vaste, uno dei luoghi più suggestivi del Salento, teatro negli ultimi anni trent’anni di ritrovamenti e scavi archeologici.
 
Ritrovo alle ore 9.00 nella bellissima Piazza Dante di Vaste per un’escursione culturale e naturalistica di circa 14 Km, in cui si andrà alla scoperta del Parco dei Guerrieri, si vedrà da vicino la cripta dei Santi Stefani, il Museo archeologico della civiltà messapica di Vaste e la cappella di Sant’Anna di Specchia Gallone.
 
Il Parco dei guerrieri per diversi anni è stato studiato da archeologi e ricercatori, tantissimi i ritrovamenti delle popolazioni che già nel Neolitico abitavano questi luoghi. Un luogo suggestivo ricco di arte e di storia con numerose necropoli, tombe medievali e varie testimonianze dell’antichità giunte fino a noi.
 
Le campagne di Vaste sono sempre state ricche di reperti archeologici li anziani vastesi ricordano che era normale, per loro, rinvenire teschi, tibie, femori, coste, semplicemente scavando nel terreno per lavorare la terra, spostando dei massi che, ad occhi più esperti, si sono poi rivelati delle tombe, o scavando qua e là per diverse ragioni.
 
All’interno del parco sono numerosissime le sepolture che, dalla necropoli del fondo Giuliano, nel cuore del parco la Cripta dei Santi Stefani, così chiamata perché l’immagine di Santo Stefano è riprodotta più volte, chiesa nella quale si spostò il culto religioso dell’area.
 
Guide esperte condurranno i partecipanti all’esplorazione del Museo Archeologico della Civiltà Messapica, in Piazza Dante al centro del paese, dove sono stati collocati molti ritrovamenti degli antichi messapi, ricchi corredi delle tombe a sarcofago, bellissimi crateri, bacili, strigili, nonché le tipiche "trozzelle" a decorazione geometrica o floreale e gli altri numerosi reperti rinvenuti durante gli scavi. Un'accurata ricostruzione virtuale, proiettata su grande schermo, consentirà al visitatore un'autentica immersione a ritroso nel tempo.
 
La camminata porterà fino a Specchia Gallone (frazione di Minervino), dove con l’associazione Aricelle Speziali, si visiterà l’antico Palazzo Colucci e si ammireranno gli affreschi bellissimi della Cappella di Sant’Anna. Pranzo a sacco si consiglia abbigliamento comodo e K-way. Per info e prenotazioni 347 6105658.
 
A cura di ANNA VINCENTI

Approfondimenti per
     
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |