​Il viaggio di Davide Urso continua. Giorno 7 dedicato alla scoperta di Amsterdam

Continua il viaggio di Davide Urso, il salentino che ha deciso di raggiungere in auto Capo Nord e che ha scelto Leccenews24 per raccontare le emozioni vissute in questa incredibile esperienza attraverso l'Europa.


Davide ha deciso di dedicare pių tempo alla scoperta di Amsterdam
Davide ha deciso di dedicare pių tempo alla scoperta di Amsterdam

Dal Mondo. Sono ancora ad Amsterdam; come potrei fermarmi un solo giorno, con così tanto da visitare e da fare. Avevo due opzioni: visitare la capitale, come un turista, oppure viverla, come i cittadini, come le persone che mi ospitavano, e andare con loro a una gita in barca tra i canali. Tre ore di passeggiata tra i “grachten”, con qualcosa da stuzzicare e molto da bere.
  
Sono rimasto affascinato dalla segnaletica riservata alle imbarcazioni: veri e propri divieti di transito, sensi unici e divieti di sosta.
  
Se c'è qualcosa che ho appreso da questi territori è che non si è mai sicuri con il tempo: che annuncino pioggia o nuvole o sole, il tempo cambierà almeno 12 volte al giorno; quindi, se dalla finestra scorgete il sole, come minimo uscite con un maglioncino nello zaino, se non proprio un ombrello.
  
Ci sono delle città che viste di giorno o di notte sono simili e non hanno molta differenza, ma ce ne sono altre che viste con la luce del giorno o con quelle artificiale della notte sono due realtà completamente diverse, e Amsterdam fa parte della seconda categoria. I canali si trasformano e le stradine cambiano tonalità, le biciclette diminuiscono e aumentano i pedoni, le luci delle insegne rendono i quartieri psichedelici, soprattutto quello a luci rosse che, indipendentemente dalla sfacciataggine con cui presenta l'eroticità, a volte con un pizzico di tristezza, merita di essere visitato.
  
Per ringraziare dell'ospitalità, da buon italiano pedante con le tradizioni, cos'altro potevo fare se non cucinare per loro due e altri due amici? E cos'altro se non la pasta? Amici, non vorrei espormi troppo, ma sembra che abbiano apprezzato. E ci mancherebbe...Pasta al pomodoro fresco con aglio, basilico e parmigiano, petto di pollo ripieno di Brie avvolto da Crudo di Parma accompagnato da spinaci saltati, Foundant di cioccolato e granella di pistacchio servito con del gelato, sempre al pistacchio, preparato al momento da Joggie. Cioè, non so se mi spiego...neanche al ristorante...
  
E se penso a quello che ero solito mangiare gli altri giorni, povero me, quanto sono caduto in basso, e quanto continuerò a cadere in basso nei giorni a seguire!

  

​Il viaggio di Davide Urso continua. Giorno 7 dedicato alla ...

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |