Operazione Vortice Dejavu

  • Tribunale di Lecce in via Michele De Pietro
  • Intercettazione telefonica
  • Una pattuglia dei Carabinieri
  • Episodi di malaffare al Comune di Squinzano 5 assoluzioni e una comndanna
  • Il Ministro dell'Interno Angelino Alfano
  • Il carcere di Rebibbia a Roma
  • Auto dei carabinieri (archivio)
  • l'ingresso di una casa circondariale
  • L'ingresso del Tribunale
  • Luca Greco
  • Stefano Napoletano
  • Tribunale di Lecce
  • Marino Manca
  • Un avvocato in Tribunale
  • Il Tribunale di Lecce
  • Tribunale di Lecce in via Michele De Pietro
  • Stefano Renna
  • Marco Greco
  • Giuliano Fabio Marra
  • Un'auto dei Carabinieri
Il Tribunale di Lecce
13 GENNAIO 2017

Presunta tangente al figlio dell'ex Presidente del Consiglio Comunale di Squinzano. La Procura invoca 5 anni di reclusione per i sei imputati

Il sostituto procuratore antimafia Guglielmo Cataldi nel processo con il rito abbreviato, ha avanzato le richieste di condanna innanzi al Gup Michele Toriello. Il 1 febbraio è prevista la sentenza.

Il Tribunale di Lecce
10 GENNAIO 2017

Operazione 'Vortice', usura e Sacra Corona Unita nel Nord Salento: 4 condanne e tante assoluzioni

In un'udienza precedente, il pubblico ministero della Direzione Distrettuale antimafia, Guglielmo Cataldi ha invocato 180 anni di carcere. L'operazione investigativa da cui è scaturito il processo, denominata 'Vortice', culminò con il blitz del 7 maggio del 2003.

Episodi di malaffare al Comune di Squinzano 5 assoluzioni e una comndanna
23 GIUGNO 2016

Maxi Processo 'Vortice-Déjà-vu', inflitti oltre 4 secoli di carcere e 20 anni a Sergio Notaro | VIDEO

Le indagini iniziarono dopo il tentato omicidio, di Marino Manca, condannato a 16 anni e Luca Greco, costituitosi parte civile. L'ordine sarebbe partito da Notaro, con il quale i due criminali erano in contrasto per il controllo delle attività illegali nella zona di Squinzano.

Tribunale di Lecce
17 GIUGNO 2016

Maxi Processo 'Vortice Déjà-vu': le accuse restano immutate, il 23 la sentenza

Il sostituto procuratore antimafia Guglielmo Cataldi ha dunque espresso la propria controdeduzione in merito all'ordinanza emessa l'8 giugno scorso dal gup Stefano Sernia. L'udienza è stata aggiornata al 23 giugno, quando è prevista la sentenza.

Un momento dell'Operazione Vortice-Dejavù
31 MARZO 2016

Presunte infiltrazioni mafiose nel Comune di Squinzano: due imputati a processo con l'abbreviato condizionato

Quattro imputati sono accusati di avere agevolato il boss Antonio Pellegrino ad ottenere un alloggio popolare per la madre. La richiesta di abbreviato è 'condizionata' per due di loro, all'acquisizione di alcuni documenti e dall'escussione di due testimoni

L'ingresso del Tribunale
19 FEBBRAIO 2016

Processo 'Vortice Dèjà-vu': il Pm invoca oltre 600 anni di carcere per i 65 imputati

Il pm Cataldi ha ripercorso le indagini che iniziarono dopo il tentato omicidio avvenuto quattro anni fa di Marino Manca e Luca Greco, su presunto ordine del boss Sergio Notaro. Al centro dei conflitti il controllo delle attività illegali nella zona di Squinzano.

Il Ministro dell'Interno Angelino Alfano
18 FEBBRAIO 2016

Alfano, 'Nessun presupposto di scioglimento per mafia': salvo il consiglio comunale di Squinzano

Il Ministro dell'Interno, Angelino Alfano, sostiene in un decreto che 'Non sussistono i presupposti per lo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Squinzano'. Il vice sindaco Andrea Pulli:'Ero certo che il procedimento si sarebbe chiuso positivamente'.

Pagine: 4
1 | 2 | 3 | 4