Il Lecce ed Enrico Tundo si salutano, 'Felice di aver intrapreso questa avventura, ma per il momento termino qui'

Sei in » » »

Nel corso di una conferenza stampa allo stadio 'Via del Mare' l'ex azionista di maggioranza ha annunciato il suo ritiro dal sodalizio giallorosso. Sticchi, 'Decisivo il suo impegno. Spero che questo sia solo un arrivederci'.


La societÓ giallorossa nel corso della conferenza stampa
La societÓ giallorossa nel corso della conferenza stampa

Lecce. Enrico Tundo e l’U.S. Lecce si salutano. Si spera che questa sia solo un arrivederci e non un addio, ma per il momento l’imprenditore nel ramo dei trasporti che due anni fa fu decisivo per il prosieguo della vita del sodalizio calcistico salentino, passa la mano.
  
L’annuncio oggi, nel corso di una conferenza stampa convocata presso lo stadio ‘Via del Mare’ che, alla fine, ha riservato una sorpresa.
  
“Abbiamo convocato questo incontro per fare il punto su alcune novità che riguardano il club, sia in ordine alla compagine societaria, che per quel che attiene il discorso delle sponsorizzazione”, ha affermato nella sua introduzione il Presidente Onorario della Società Saverio Sticchi Damiani.
  
“La prima novità, penso che già l’abbiate intuita. Dopo due anni di grandissimo impegno e sforzo l'amico Enrico Tundo ha chiesto la possibilità, spero temporanea, di dedicarsi a tempo pieno alla sua azienda ed è una richiesta legittima. Questo periodo di sua responsabilità in prima è stato decisivo per portare la società a un momento di equilibrio economico, in cui siamo riusciti a risolvere gran parte delle criticità ereditate e un parco giocatori oneroso, non in linea con i nostri progetti, che poi grazie al direttore Mauro Meluso siamo riusciti a ringiovanire e a fare in modo che sia per il 90% di proprietà. Enrico è stato un presidente silenzioso che, nonostante non sia un appassionato di calcio, ha fatto un lavoro straordinario e, ripeto, spero che in futuro possa tornare con noi”.
  
“Non posso che ringraziare Saverio per queste belle parole”, ha affermato con il solito tono pacato Enrico Tundo. “Come sapete non sono un grande appassionato di calcio, ma in un determinato momento in cui mi è stato chiesto supporto l’ho dato. Sono contento di aver intrapreso questa nuova avventura che per il momento, però, termino qui ringraziando tutti”.
  
Dopo il saluto dell’ex azionista di maggioranza, poi, ha ripreso la parola l’avvocato Sticchi per illustrare nel dettaglio le varie novità.
  
“In questo periodo alcuni di noi hanno dovuto sostenere costi più alti rispetto alle quote di partecipazione, ringrazio Alessandro Adamo e Corrado Liguori per l'impegno e le risorse.
  
Quando Enrico ci ha comunicato la sua scelta fortunatamente molti imprenditori avevano già iniziato a collaborare con noi: Garofalo, Antonio Marti, Caraiulo e la new entry, con una quota residuale, la famiglia Cassano.  Le partecipazioni azionarie sono state distribuite tra soci in maniera equa la quota massima per un socio è pari, infatti, al 25%.
  
Lo scorso campionato abbiamo dovuto compiere due ripianamenti per una somma totale di oltre due milioni di euro, poi abbiamo effettuato un nuovo ripianamento a giugno al quale hanno partecipato i nuovi soci, poi, a luglio ne abbiamo fatto un altro ancora. Quest’ultimo lo avremmo potuto esperire, per una regola della Lega, vendendo un calciatore, senza intervenire personalmente e un’offerta alta per un tesserato c’era, ma abbiamo deciso di non privarci della risorsa tecnica e ripianare di tasca nostra.
  
Abbiamo cercato dal punto di vista sportivo di dare vita a una squadra competitiva per riuscire nel progetto di raggiungere la Serie B, anche se la certezza di vittoria certa non esiste e di dare sempre più valore al club che sta crescendo e che ci consentirà a fine anno, qualsiasi sarà il risultato, di avere qualcosa di valore.
  
Per quel che riguarda le sponsorizzazioni, infine, oltre a Moby, la famiglia si allarga. Ci sono sempre Maffei e sui pantaloncini Villa Iris, ma da quest’anno il nuovo acquisto è Caffè Fadi della famiglia Distante. Poi c’è la conferma di Ottica Rucco main sponsor del settore giovanile e sponsor della società anche se non compare sulle maglie”. 

  

Presentato anche Marco Armellino

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |