Bentornato Robertino. Ufficiale, il Lecce si affida a Rizzo per il dopo Padalino

Sei in » » »

Per l'allenatore foggiano Ŕ stata fatale la sconfitta a opera del Messina dell'indimenticato bomber giallorosso Cristiano Lucarelli. Per sostituirlo una vecchia conoscenza, quella dell'ex tecnico della Primavera dei miracoli.


Roberto Rizzo
Roberto Rizzo

Lecce. La sconfitta con il Messina allenato dall’ex bomber giallorosso Cristiano Lucarelli è stata fatale, non solo per lui, ma anche per buone intenzioni della società di Via Colonnello Costadura che sulla sua figura aveva costruito un progetto per tornare immediatamente in Serie B.
  
Pasquale Padalino non sarà più l’allenatore del Lecce e anche l’ufficialità è arrivata.
  
A questo punto è lecito pensare che, oltre a quella con la tifoseria, si sia consumata una frattura con lo spogliatoio e forse con la società che, nonostante – è bene dirlo – gli ottimi risultati conseguiti, era divenuta, ormai, insanabile.
  
Per quel che riguarda il sostituto che prenderà il posto del tecnico foggiano tantissimi sono stati i rumor susseguitisi. Si sono vagliati i profili di Dionigi, ex Taranto, due campionati di C vinti con gli ionici (anche se, a causa delle penalizzazioni, i rossoblu furono retrocessi dal primo posto e costretti a disputare i Play Off) e quello di Bergodi, ma alla fine si è optato per una soluzione interna.
  
In nuovo allenatore della compagine salentina sarà una vecchia, vecchissima e vincente conoscenza e risponde al nome di Robertino Rizzo.
  
Per lui è un ritorno, Rizzo, infatti, ha diretto con successo la Primavera vincendo due scudetti; due coppe Italia; due supercoppe Primavera e ha allenato la prima squadra dalla 22ma giornata nel Campionato 2005/2006, conquistando anche una vittoria casalinga contro il Milan che costò lo scudetto ai rossoneri.
  
Dopo quella leccese due esperienze fallimentari a Martina Franca e Casarano per poi andare - chiamato dall’ex responsabile del settore Giovanile giallorosso, Gino Dimitri - al Matera dove vince la Coppa Italia di serie D e i Play off per la promozione al Campionato di Lega Pro.
  
Negli ultimi anni ha svolto il ruolo di vice di Luigi De Canio, con cui ha conquistato la salvezza con il Lecce e di Primo Maragliulo l’anno scorso a Lanciano.
  
Ai tempi della sua carriera da calciatore ha giocato insieme al Ds Mauro Meluso nelle file del Monopoli.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |