Scazzottata dopo la partita di Basket. Mano pesante del Giudice Sportivo

Sei in » » »

Pugni e canestri. Una settimana fa erano dovuti intervenire una volante della Polizia prima e gli uomini del 118 dopo per porre fine agli scontri tra alcuni giocatori dopo la partita tra la Lsb La Scuola di Basket di Lecce e l'Asd All Star Basket di Francavilla Fontana. Oggi il Giudice ha preso duri provvedimenti


Canestro all'ultimo secondo. Scatta la rissa dentro e fuori dal campo.

Lecce. Un canestro da tre punti messo a segno da un atleta brindisino proprio sul suono della sirena finale e la scazzottata indecorosa che ne era seguita al Tensostatico di Santa Rosa, avevano fatto balzare agli onori (anzi disonori) della cronaca locale una normale partita di basket dilettantistico.

Ma oltre all’incresciosissimo episodio sportivo, anche la ricostruzione dei fatti che era stata data in serata aveva ulteriormente esacerbato gli animi. Per alcuni si era trattato di una vergognosa aggressione degli atleti leccesi che non avevano digerito bene la sconfitta all’ultimo secondo. Noi di leccenews24.it che quel torneo lo consociamo bene, eravamo andati più cauti, cercando di capire meglio quale fosse stata la scintilla che aveva provocato quella gazzarra.

A distanza di una settimana il Giudice Sportivo Filippo Luigi Fasano, nel prendere gli adeguati provvedimenti, ci aiuta a ricostruire meglio i fatti sulla base del referto che è servito per comminare le giuste sanzioni.

È stata pesante, dunque, la mano del Giudice Sportivo. Un atleta della società francavillese ha avuto comminate 6 giornate di squalifica «perché al termine dell’incontro colpiva con un pugno molto violento un tesserato avversario il quale si accasciava a terra». Un altro giocatore dell’All Star, poi, viene deplorato «perché al termine della gara, a seguito di una serie di contrasti tra tesserati, entrava in contatto con alcune persone entrate in campo per invitare alla calma ».

La stessa società brindisina dovrà scontare « un’ammenda di € 30 perché, al termine della gara, alcuni individui al seguito si avvicinavano al tavolo degli ufficiali di campo intimando loro di comunicare il nome di un giocatore della squadra di casa.» L’ammenda è stata conteggiata  al minimo in quanto essendo incappata per la prima volta in tale, la società sconta il favore del 30% del massimale applicabile.

Per l’Asd La Scuola di Basket, invece, un tesserato viene  squalificato per 4 gare «poiché al termine della gara a seguito del pugno ricevuto da un compagno della propria squadra, entrava in contatto con tesserati avversari colpendo alla testa un individuo al seguito della squadra avversaria, successivamente qualificatosi come presidente della società, che si accasciava a terra» Il giocatore squalificato risulta essere recidivo perché – come si legge nel provvedimento del giudice sportivo - già colpito da provvedimento disciplinare nella stagione in corso.
Sul proprio sito la società francavillese ha preferito glissare ogni commento scrivendo in home page: «La società preferisce non commentare i provvedimenti disciplinari del giudice sportivo  riguardante gli incresciosi episodi dell'ultima giornata ED AUGURA A TUTTI BUONA PASQUA!». Nessun commento sul sito dei leccesi.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |