Leccenews24.it La Scuola di Basket Lecce: al di lą dei sogni, un canestro da inseguire

Sei in » » »

Prova di grande carattere e coraggio da parte degli atleti della LSB contro il Foggia. Dopo un primo tempo di marca dauna e contro una delle formazioni pił forti di questo torneo, grande impresa e pronostico ribaltato. La compagine salentina vince e va in estasi.


Donno in azione
Donno in azione

Lecce. Il CUS Foggia resta tutt’ora la grande favorita, siamo solo a metà del rodeo, nulla è ancora definito. Arrivava a Lecce come acclamata ammazza campionato, infatti sia in regoular season che nel primo giro della poule promozione aveva rimarcato la sua forza, la propria superiorità. Cosa senza dubbio che proseguiva nella giornata di ieri, pur orfana del centro Vigilante (che faceva il pari con l’assenza di Simo in casa leccese, ndr) continuava indomita a far girare occhi e testa ai nostri ragazzi. Il tutto avveniva soprattutto nel primo quarto di gioco, quando il divario, come nel finale della gara di andata, prendeva il considerevole formato del +15, un punteggio da ammazzare speranze ed ambizioni di qualsiasi contendente.
 
Mastroluca dominava a rimbalzo dando grande equilibrio sia in attacco che alla fase difensiva, Chiappinelli e D’assisi pungevano con cinismo diventando un fattore nella partita, dall’altra parte i salentini invece sbagliavano l’impossibile, uscendo, molto contratti, dal primo quarto di gioco con un pesante passivo e appena 9 punti in saccoccia.
 
Il secondo quarto scivolava via all’insegna dell’equilibrio (16-16) ma il risultato nei totali vedeva comunque con sicurezza il CUS avanti (25-40). 
 
Alla ripresa delle “ostili” ostilità, di fronte ad una buona cornice di pubblico un po’ mesta dallo score disegnato in tabellone, i ragazzi leccesi mutavano forma, Gatto usciva dal letargo, Smiles saliva in cattedra di prepotenza e tutto il team con maggior decisione iniziava a macinare punti, rimbalzi, difesa. Momento dopo momento e con una netta variazione di modulo difensivo, tralasciando la zona messa in atto (con grande “mea culpa” del coach di casa) che poco aveva fin li prodotto, le idee e la volontà oltre ogni tatticismo iniziavano a funzionare, fino all’exploit finale di marca Todisco, il quale pur con un evidente risentimento muscolare, stringeva i denti e combatteva, come tutti, dagli spalti fin negli spogliatoi, urlando di gioia a fil di sirena per una grande impresa realizzata.
 
Il forte e corazzato CUS era superato, anche in classifica, anche se, come ammonisce il dirigente di casa, Fernando Protopapa, rallegriamoci, ma senza esagerare, solo per una notte, solo per un momento, testa e concentrazione per i prossimi ravvicinati impegni. Il prossimo, tanto importante quanto duro proprio in Terra di Bari, contro un’altra formazione in gran condizione ovvero il CUS Bari.
 
Tabellini:
9-24 / 16-16 / 26-7 / 26-13 = 77-60
 
 
Leccenews24.it-MD Immobiliare La Scuola di basket Lecce: Todisco 26, Cillo, Quarta 13, Donno 3, Murante, Gatto 21, De Vergori, Margarito, Totaro, Smiles 14. All.re: Rucco R. – Ass. coach: Perrone M.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |