L'Enel Brindisi vince e convince. Venezia cade al Palapentassuglia

Sei in » » »

Ottima prova per i ragazzi di Coach Bucchi che, nonostante le assenze importanti di Reynolds e Cournooh, infortunatosi durante la fase del riscaldamento, hanno dimostrato di saper essere squadra. Punteggio finale 89-84 per il sodalizio salentino.


Una fase dell'incontro
Una fase dell'incontro

Brindisi. Dopo la vittoria sul parquet di Cantù l’Enel Basket Brindisi porta a casa altri due punti contro una delle squadre candidate alla vittoria finale, l’Umana Reyer Venezia guidata dall’ex allenatore della Nazionale Italiana, Carlo Recalcati.
La squadra di Coach Bucchi perde il play Cournooh durante la fase del riscaldamento e si presenta alla palla due con il quintetto composto da Banks, Scott, Harris, Kadji e Gagic, mentre gli ospiti partono con Peric, Owens, Goss, Green e Viggiano (ex della partita)
 
La partita si dimostra subito avvincente Gagic segna i primi due punti per i salentini  ma i lagunari rispondono con una tripla di Peric, durante i primi minuti di gioco le squadre si studiano, tanto atletismo e fisicità in campo ma i canestri tardano ad arrivare, l’ottima prova dei ragazzi brindisini porta coach Bucchi ad effettuare il primo cambio solo a 5.01 minuti dal termine del primo quarto , entra Zerini ed esce Kadji, Venezia è avanti di sole quattro lunghezze, 6-10 per gli ospiti. I padroni di casa provano a recuperare passando dalla difesa a uomo alla difesa a zona, ma la guardia statunitense Phil Goss, punisce con un canestro da tre punti.
I ragazzi brindisini non stanno a guardare e rispondono nei minuti finali con una tripla di Banks e un canestro di Milosevic che segna e subisce il fallo per un ulteriore tiro supplementare.
 
La prima frazione di gioco termina con un canestro del capitan Zerini ma gli ospiti sono avanti di cinque punti.
Fine primo quarto  22-27
 
I secondi dieci minuti iniziano con la difesa del sodalizio brindisino troppo altalenante, l’Enel concede troppi secondi tiri agli avversari e dopo cinque minuti di gioco la squadra ospite è ancora in vantaggio ma di sole tre lunghezze. Nei minuti finali Coach Bucchi decide di buttare nella mischia il giovanissimo e talentuoso Marzaioli, la guardia casertana non si fa intimorire e con grande personalità prende in mano la squadra e allo scadere del secondo quarto, dopo un’ottima circolazione di palla, decide di portare la sua squadra all’intervallo lungo in vantaggio, tiro da tre punti e canestro, Brindisi torna negli spogliatoi avanti di tre punti.
Fine secondo quarto 42-39
 
Nel terzo quarto i Brindisi rientra con gli stessi  giocatori della prima frazione di gioco, mentre gli ospiti si presentano con Green, Goss, Bramos, Owens e Peric.  Il centro biancoazzurro Gagic sale in cattedra e dopo due minuti di gioco fa esplodere il palazzo con una splendida giocata da tre punti, canestro più fallo e tiro libero supplementare.  Enel avanti di tre lunghezze, 48-45, lo spettacolo continua e le giocate dei players Banks e Scott portano Brindisi a più 8 a 3.01 minuti dalla fine del terzo quarto, la squadra ospite soffre le penetrazioni sotto canestro dei biancoazzurri costringendo al fallo i ragazzi di Charlie Recalcati ma Venezia non molla e  grazie ai canestri Peric e Owens recupera il gap di distacco dai padroni di casa.
Fine Terzo quarto   64-63
 
L’ultima frazione offre ai 3500 spettatori del Palapentassuglia uno spettacolo degno di questo sport , Coach Bucchi mette nuovamente in campo il fiorente Marzaioli ma gli ospiti sono sempre aggrappati al match grazie alla guardia statunitense, naturalizzato italiano, Jarrius Jackson che strappa dalle mani prima di Marzaioli e poi di Kadji due palloni che portano nelle file lagunari quattro punti, costringendo cosi Coach Bucchi a chiamare un time out sul punteggio di 77-76 per i padroni di casa. Gli ultimi due minuti di gioco sono da cardiopalma Gagic dalla lunetta sbaglia due tiri liberi sul punteggio ancora fermo sul 77-76, nell’azione successiva Brindisi segna un canestro da due punti ma il croato Peric, nell’azione successiva, punisce Brindisi con una tripla dall’angolo del parquet, perfetta parità 79-79 a 1.42 minuti dal termine.
La svolta arriva al minuto 1.31, Banks si invola a canestro ma subisce il fallo, il pubblico inveisce contro gli arbitri per un antisportivo ma gli arbitri non la pensano allo stesso modo, solo due tiri liberi che Banks con grande freddezza mette a segno, 83-79 , a 50.66 ancora Banks, migliore in campo, chiude definitivamente il match con l’ennesimo canestro in contropiede.
Risultato finale 89-84
 
In conferenza stampa parole di elogio per i ragazzi da parte di Coach Bucchi : “Giocatori straordinari in campo, partita di grande volontà, ciò che ci rende forti in questo momento è la forza del gruppo”. Sul recupero del playmaker Reynolds, Bucchi ha risposto : “Vedremo se nei prossimi giorni Scottie sarà sicuro del suo ginocchio, se è pronto allora potrò mandarlo in campo”
 
I salentini raccolgono cosi la quarta vittoria in campionato portandosi cosi al secondo posto in classifica dela campionato di Serie A raggiungendo i  lagunari , prossimo impegno mercoledi 11 novembre 2015 alle ore 20.45 al Palapentassuglia per la gara di Eurocup contro l’Alba Berlin.
 
Tabellini
Enel Brindisi  89 :  Banks 20, Scott 20, Harris 8, Milosevic 2, Gagic 13, Zerini 9, Marzaioli 9, Kadji 9, Cournooh n.e,  De Gennaro n.e  Pacifico n.e, Coach Piero Bucchi
Umana Reyer Venezia  84 :    Peric 21, Goss 10, Bramos  15, Jackson 7, Green  4,  Ruzzier  3, Owens  19, Ortner  2 , Viggiano  3, Tonut, Ress, Simioni n.e, Coach Carlo Recalcati

  

Ieri successo contro Venezia per l'Enel Basket


Tiziano De Giorgi

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |