Risparmio energetico e uso di energie alternative, premiata Melpignano

Il Sindaco Ivan Stomeo ritira il premio
Il Sindaco Ivan Stomeo ritira il premio

Melpignano.  Il Comune salentino  raccoglie i frutti del lavoro avviato dalla sua Cooperativa di Comunità nel campo del risparmio energetico e dell'utilizzo delle energie alternative, vincendo due importanti premi nazionali: “Klimaenergy Award” e “Spendere Senza Soldi”. Soddisfazione del Sindaco Stomeo


Il “Klimaenergy Award” è ormai una vera e propria cassa di risonanza per le buone pratiche ambientali ideate e implementate dai Comuni e dalle Province italiane. Giunto alla sua V edizione per volontà di Fiera Bolzano e di Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, sotto il patrocinio di ACRI, il premio fa leva sui risultati tangibili e sulla replicabilità dei progetti presso altre Amministrazioni, sottolineando, inoltre, come sia importante in questo particolare momento storico – economico valorizzare tutte le iniziative che possono contribuire a migliorare la posizione italiana rispetto agli obiettivi da raggiungere nel 2020 in termini di efficienza energetica, produzione di energia da fonti rinnovabili e abbattimento dell’inquinamento. Premio speciale, categoria Comuni sotto i 20.000 abitanti al Comune di Melpignano per la sua Comunità Cooperativa, nell'ambito della Fiera delle Energie Rinnovabili tenutasi a Bolzano dal 19 al 21 settembre scorso, così motivato: “Cittadinanza attiva e ‘sostenibile’. Se volete un esempio coerente di cosa significhi questa locuzione, recatevi a Melpignano (nella provincia di Lecce): avrete modo di vivere in un borgo felice, ma anche di osservare come opera una cooperativa composta da 71 soci fondatori, per la realizzazione e la gestione di impianti fotovoltaici sui tetti delle case private. La peculiarità dell’iniziativa, che fa di Melpignano il primo esperimento del genere in Italia, è rappresentata dal fatto che la cooperativa è costituita da cittadini del borgo, che diventano così, in qualità di soci utenti/lavoratori, operatori attivi dello sviluppo della stessa comunità”.
Il premio “Spendere senza soldi”, promosso da Kyoto Club e dal Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane, è rivolto ai Comuni che abbiano attivato, negli anni 2009-2012, investimenti con risorse proprie che abbiano generato investimenti di terzi nei settori, nell’ottica dello sviluppo sostenibile, energetico-ambientali. L’obiettivo del Premio è di incoraggiare e stimolare la qualità degli interventi, favorendo percorsi verso modelli di sviluppo locale energeticamente efficiente e dal punto di vista ambientale compatibili con i cambiamenti climatici in atto. La Cooperativa di Comunità di Melpignano superando i parametri richiesti dal concorso (accuratezza nella quantificazione degli investimenti terzi generati dall’intervento, coinvolgimento del settore pubblico, oltre all’Amministrazione locale e del settore privato per la redazione del progetto e per l’attuazione dell’intervento, qualità e ambizione dell’impegno dell’ente pubblico nelle proprie politiche energetico-ambientali, qualità del progetto come strumento di comunicazione, coerenza interna e con piani ed azioni intrapresi in altri ambiti e ad altri livelli decisionali) ha ricevuto in occasione dell’Assemblea dal Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane, svoltasi a Padova sabato 21 settembre, la menzione speciale per la categoria Comuni fino a 5.000 abitanti.
Presente a Bolzano e Padova, per le cerimonie di conferimento dei premi, il Sindaco di Melpignano Ivan Stomeo, che ha espresso la sua soddisfazione “Non posso che dire di essere onorato di ricevere questi prestigiosi premi, ma ancor di più di farlo come rappresentante della comunità di Melpignano, che nell'occasione dell'avvio e poi della costituzione della Cooperativa di Comunità si è dimostrata pronta, come già altre volte in passato ad accogliere le nuove sfide che l'amministrazione comunale le ha lanciato. Il grande merito è dunque loro e dell'instancabile Presidente Cristina Schirinzi, oltre che dei partner e sostenitori del progetto, Associazione Borghi Autentici d'Italia, Lega Coop e Banca Etica”.
Alla Coop di Comunità attualmente aderiscono 136 cittadini con l’obiettivo di produrre elettricità per il proprio fabbisogno lasciando i guadagni eccedenti ad opere di pubblica utilità, con la realizzazione di 34 tetti fotovoltaici già funzionanti, per una potenza complessiva di 179 KW e l'utilizzo esclusivo di manodopera locale. E adesso si lavora alla diffusione, sul territorio pugliese del progetto “Case dell'Acqua” e del solare termico, in attesa dei risultati della prestigiosa candidatura del Sindaco Stomeo, a ricevere il premio “Luisa Minazzi – Ambientalista dell’anno”.
 

Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |