Manca la proroga al finanziamento: 'così 400 lavoratori rischiano grosso'. Sit-in dei LSU in Prefettura

Sei in » »

Si sono ritrovati questa mattina davanti alla Prefettura di Lecce i 400 lavoratori LSU che, in assenza della proroga al finanziamento delle loro attività, temono per il loro futuro. I sindacati: 'in ginocchio anche il funzionamento delle P.A.'.


Il sit-in dei LSU in Prefettura
Il sit-in dei LSU in Prefettura

Lecce. “C’è profonda preoccupazione per la mancata previsione nel cosiddetto “Decreto Mille Proroghe” della proroga del finanziamento delle attività dei Lavoratori Socialmente Utili impiegati in numerosissimi enti locali della provincia di Lecce”. Ecco il sentimento che ha spinto i Lavoratori Socialmente Utili della provincia di Lecce a ritrovarsi questa mattina in un sit-in di protesta ai piedi della Prefettura in via XXV Luglio.
  
Si tratta di quattrocento lavoratori che si trovano attualmente in difficoltà, nonostante gli impegni assunti dal Governo Renzi tesi a continuare a utilizzare queste forze lavoro, ma ad oggi, a detta dei sindacati, pare proprio che siano stati tutti dimenticati.
 
Lo ribadiscono i tre segretari generali Valentina Fragassi della Cgil, Antonio Nicolì della Cisl e Salvatore Giannetto di Uil che, stamane, hanno cercato di comunicare al Prefetto di Lecce la loro decisione di protestare per sensibilizzare il governo nazionale a trovare adeguata e celere soluzione al problema.
 
“Soltanto in provincia di Lecce – spiegano di segretari delle tre principali sigle sindacali – operano oltre 400 lavoratori sparsi tra Comuni ed ex Provincia di Lecce e un’eventuale sospensione del servizio prestato da questi lavoratori, oltre a determinare forti disservizi per l’utenza, comporterà serie difficoltà e disagio alle loro famiglie che spesso fanno affidamento quasi esclusivamente agli emolumenti legati a tale prestazione (di circa 500 euro mensili) per fare fronte alle loro esigenze”.
 
Un problema per tutti, insomma, secondo Fragassi, Nicolì e Giannetto: non solo per le Pubbliche Amministrazioni messe sempre più alla corda da continui tagli di fondi e di personale, ma anche e soprattutto per quattrocento famiglie che si ritroverebbero in gravi difficoltà economiche.
 
“Chiediamo – concludono – che il Governo Gentiloni dia seguito alle promesse prese dall’Esecutivo precedente, siglando la proroga al finanziamento delle attività dei LSU”.



Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |