Caso Securpol Security, il Giudice del Lavoro dichiara illegittimo il licenziamento di un dipendente

Sei in » »

Ennesima vicenda che si è risolta in tribunale per Securpol Security che ha visto l'accoglimento del ricorso presentato da un dipendente licenziato innanzi al Giudice del Lavoro. Netta e chiara la sentenza.


lavoratori Securpol davanti alla Prefettura
lavoratori Securpol davanti alla Prefettura

Lecce. È di pochi giorni fa la sentenza del Giudice del Lavoro di Lecce con la quale è stata disposta la reintegrazione al lavoro  di un dipendente della Società Securpol Security srl.

Il ricorso era stato proposto avverso il licenziamento irrogato dalla società al proprio dipendente a decorrere dal 30 settembre 2016. Nel dettaglio, Salvatore Marini (il dipendente licenziato ed oggi reintegrato) lavorava per Securpol dal 24 luglio 2013 e aveva ricevuto lettera di licenziamento che subito è stata contestata innanzi al giudice competente, grazie anche all’attività di tutela posta in atto della sigla sindacale USB seconda la quale sin da subito il licenziamento è apparso privo di giusta causa e giustificato motivo, come richiedono le leggi in materia.

Col ricorso, quindi, si chiedeva espressamente la nullità del licenziamento in quanto “discriminatorio”. E così è stato. Il giudice  con sentenza depositata il 10 febbraio scorso, ha dichiarato illegittimo i licenziamento del lavoratore “per assoluta inconsistenza delle motivazioni” addotte da Securpol.

Così, la società che opera nel campo della sicurezza è stata condannata non soltanto alla reintegrazione sul posto di lavoro di Salvatore Marini, ma anche a pagargli un  indennizzo commisurato all’ultima retribuzione  dal giorno del licenziamento sino alla data di effettiva reintegrazione, più interessi legali da quantificare, oltre ai contributi previdenziali dovuti.

Una tegola, insomma, su Securpol Security condannata anche alla liquidazione delle spese legali.
Il caso Securpol Security sta facendo discutere da tanto tempo e vede i sindacati impegnati in una lotta senza risparmio a tutela dei diritti dei lavoratori, contro scelte aziendali decisamente non condivise.

Approfondimenti per
  
Autore:
7 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |
  ex guardia.
Commenti: 40

utente dal 14/07/2015
Sig. The end per l'amministratore unico di securpol security non esistono leggi nè tanto meno regolamenti, la legge secondo lui se la fà da solo altrimenti come si spiegherebbe tutto ciò compreso i licenziamenti ingiustificati..??? Non dimentichiamoci che fin dal 2013 inizio appalti ASL il vostro amministratore unico partì già in quarta che voleva licenziare tutte le GpG della velialpol che per contratto stavano al vito fazzi di lecce, prontamente però fermato dal sindacato Usb dove appunto fece notare all'amministratore di securpol che non poteva farlo, pena la decadenza del contratto. Bene da lì già potevamo capire che tipo di persona era l'amministratore di securpol, che dobbiamo dire poi dei tanti tavoli tecnici organizzati in prefettura per risolvere le problematiche dei lavoratori e MAI dico MAI una volta che l'amministratore si presentasse..??? Quante volte la securpol non ha mai mantenuto i patti fatti con i vari organi sindacali e MAI mantenuti..??? Non per ultimo gli stipendi che doveva corrispondere entro un certo periodo di tempo ai lavoratori e MAI corrisposti..?? Quante volte l'ASL di Lecce ha anticipato gli stipendi per pagare le guardie..??? mentre lo doveva fare la securpol..?? Visto che con le fatture l'ASL era a posto..??? Quante volte si è riunito con tutte le GpG per discutere dei nostri stipendi..??? MAI MAI MAI MAI MAI MAI MAI MAI…!!! ECCO QUESTA E' SECURPOL SECURITY un istituto che se ne frega delle Leggi dei regolamenti e di tutto e tutti.....pretendeva che il lavoratore lavora fino a 12 ore al giorno ma di stipendi neanche l'ombra e se ti lamenti IO TI LICENZIO......!!! Questa era la legge che vigeva in securpol, chi si lamentava veniva vessato e costretto a lasciare l'istituto per quelli invece più duri di carattere ovvero quei colleghi che sopportavano le vessazioni e non lasciavano l'istituto mbhe a questo punto la legge di securpol era la MANNAIA licenziamento sul tronco, ma sfortunatamente per la securpol devo dire che esite le vera GIUSTIZIA TERRENA dove i giudici saggiamente più di una volta hanno dato ragione al lavoratore reintegrandolo al suo posto e risarcendolo. Chiudo questo mio commento nel dire: Caro amministratore di securpol security invece di spendere soldi (e sappiamo che ne stai spendendo un sacco) ma tanti soldi tra avvocati, decreti ingiuntivi ricorsi tribunali ecc. ecc. faresti prima a dare questi soldi a tutte le gpg che si sono auto licenziate che hanno un decreto ingiuntivo in corso, ti consiglio di andare in chiesa e recitare il MIA CULPA confessa tutti i tuoi peccati E UNA VOLTA PER TUTTE TOGLIETI DI MEZZO DALLA VIGILANZA perchè dopo quello che hai combinato in questi 3 anni tutto il salento ormai ne ha le tasche piene compreso prefettura e dirigenti ASL.
  The End
Commenti: 24

utente dal 25/05/2015
..... carissimo amministratore unico di Securpol mi conceda di dirle qualche parolina.. poco dolce ovviamente come poco dolci saranno stati questi mesi per il ragazzo licenziato da lei senza nemmeno una briciola di motivazione valida . Lei caro AMMINISTRATORE UNICO cosa o chi crede di essere .. un individuo per cui la legge è solo un'opinione a cui fanno caso gli stupidi ?? Ma lei .. cro AMMINISTRATORE se desidera così tanto far male alle persone .. ai padri di famiglia .. alle mogli .. ai figli .. e a tutti perché almeno quando va a licenziare delle persone non va prima a studiare come e quando si possono fare certe cose ? Ma lei caro AMMINISTRATORE .. cos' ha nel petto ? Un cuore ? O solo tanta rabbia che per natura scarica sulla gente che fondamentalmente a lei non fa nulla di male ? Ci pensi .. i licenZiati a lei cosa hanno fatto ? La sentenza di Marini è stata pubblicata su Facebook .. ma si rende conto che un giudice le ha appena lasciato un po' di faccia per mettere piede fuori dalla porta di casa senza che il mondo intero la derida ! Lei vuole il male per la gente e della gente ! È una vergogna .. paghi le persone .. le faccia vivere da esseri umani .. perché forse non se ne è reso conto .. MA LEI NON PUÒ FARE COME DIAVOLO LE PARE E PIACE CARO AMMINISTRATORE ! ... buona serata .. e un'ultima cosa .. non continui a rileggerla troppe volte la sentenza del signor Marini .. perché tanto .. le righe scritte saranno sempre le stesse !
  Rocco
Commenti: 4

utente dal 12/02/2017
Hahahahahahahahahah vero vero però ce da dire pure che sono stati bravi e furbi perché secondo me o meglio per quello che si dice in giro lo hanno preso per i fondelli facendo i propri comodi perché è da tempo che volevano andare via direi che adesso sono contento che stiano dando una lezione di vita al funari. Chissà cosa sarà successo nei loro ingarbugli mistero
  ex guardia.
Commenti: 40

utente dal 14/07/2015
Il bello è che di queste guardie che ha perso , quelle che gli portavano avanti l'azienda con l'entrata di moltissimi contratti adesso si trovano anche loro a chiedere con i loro avvocati quanto gli aspetta di diritto, ma non dimentichiamoci che anche questi tuoi colleghi fino a ieri stavano su questa testata giornalistica a difendere il funari, poi mistero della vita non si sà cosa è successo specialmente per uno di loro che adesso fà il comandante da un altro istItuto..... eppure fino a ieri entrambi erano marito e moglie, ma guarda un pò come cambiano le cose, mai dire mai nella vita tutto può succedere, ma mai mi sarei aspettato che il famoso braccio destro dell'amministratore adesso si ritrova contro securpol security a chiedere quanto gli spetta economicamente e fino a ieri RIPETO sosteneva la stessa azienda difendendola su questa testata giornalistica e su altre testate andando contro tutti gli altri colleghi........... Come mai adesso sono l'uno contro l'altro..??? Hanno divorziato..??? E come mai adesso il braccio dx si è schierato con i colleghi..?? Ahahahahahahahaha tutto questo mi fà ridere sono tutti dei pagliacci da circo, prima marito e moglie e poi dopo divorziano.......
  Rocco
Commenti: 4

utente dal 12/02/2017
Tanto piano piano sta avendo ciò che merita ha perso le migliori guardie quelle che gli portavano avanti l'azienda oggi parlando con questi colleghi sono rinati e ritornati a vivere senza parlare degli ultimi due che gli stanno facendo il mazzo oggi è rimasto con un branco di incapaci e ignoranti che si reputano esperti . Adesso vedremo se ancora fa il gradasso insieme al benzinaio e a qualcun'altro che prima si vende e poi fa marcia indietro come ho detto prima le cose si sanno.
  ex guardia.
Commenti: 40

utente dal 14/07/2015
Hai proprio ragione sig. Rocco c'è da farsi una risata con questa securpol, in questi 3 anni di appalti ASL ne ha combinate di cotte e di crude. Lo dico in quanto sono una ex GpG autolicenziata per motivi che ormai sà tutto il salento, ovvero mancate retribuzioni e vessazioni di ogni genere da parte dell'Amministratore unico che mi ha costretto 1 anno fà a dare le mie dimissioni e abbandonare l’istituto e tutto questo per rivendicare i miei diritti per rivendicare il proprio stipendio che non vedevo da 5 mesi. Ormai LICENZIARE per securpol security era diventato un arma che l'amministratore unico usava spesso (abuso di potere) verso quelle guardie giurate che con le vessazioni non era riuscito a farle licenziare da sole, a mandarle via come è accaduto al sottoscritto in quanto purtroppo debole di carattere ho dovuto alla fine arrendermi mentre invece con altri colleghi come Marini e altre 6 gpg licenziate ha usato il metodo MANNAIA per disfarsi una volta per tutte di queste persone che a detta dell’amministratore gli davano fastidio con i sindacati ovvero licenziarle ingiustamente specialmente le gpg iscritte al sindacato in primis l'Unione sindacale di base USB che da 3 anni a questa parte combatte affianco ai lavoratori difendendo i loro diritti e la loro DIGNITA'. Il giudice saggiamente con la sua decisione ha reintegrato sul posto di lavoro il collega marini dando ancora per l’ennesima volta giustizia a tutto il salento e a questi colleghi che lavorano ogni giorno con professionalità e dedizione presso la securpol, ma che purtroppo per colpa di un PSEUDO imprenditore che tutt’ora dirige la securpol security non vengono mai presi in considerazioni lasciandoli sempre senza stipendio. Mi auguro che prima o poi finisca questa lunga storia fatta di vessazioni e licenziamenti assurdi, mi auguro che anche gli altri colleghi licenziati vengano riammessi al loro lavoro così come è accaduto con il collega marini mentre all’amministratore unico gli ricordo un detto che dice: LA RUOTA DELLA VITA PRIMA O POI GIRERA’ PER TUTTI…….. e a quanto sembra caro amministratore unico adesso è arrivato il tuo turno.
  Rocco
Commenti: 4

utente dal 12/02/2017
No vabbe fatemi fare una risata hahahahahahahahah che figura di...... questa securpol security ne fa una al giorno. E mo? Secondo voi tutti questi soldi chi li rimette? Ma come credete di andare avanti? Siete ridicoli non so con quale faccia andate in giro. Fortunatamente tutti piano piano stanno andando via tanto non si può avere un prospetto del futuro in quella azienda piena di volta faccia a partire da gente di vecchio stampo purtroppo le cose si sanno adesso Funari metti le mani in tasca e tira fuori i soldi per il ragazzo lasciato a casa ingiustamente anzi giacché vedi di pagare anche i tuoi ex dipendenti che ormai da tempo combattono per avere gli stipendi arretrati con tutto il resto costretti a rivolgersi agli avvocati per potet recuperare ciò che gli spetta perché di tua spontanea volontà non lo fai mai. Sei un perdente saluti a te e ai tuoi leccaculo volta faccia