Arrivata la certificazione, Fabio Valente ufficialmente candidato sindaco M5S. 'Lecce sarā una cittā senza figli e figliastri'

Sei in » »

Presso il comitato elettorale di via Imperatore Adriano la presentazione del cantato grillino. Reddito di cittadinanza, lotta alla povertā e mobilitā sostenibile i capisaldi del programma elettorale.


Fabio Valente candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle
Fabio Valente candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle

Lecce. La tanto attesa certificazione che consente di utilizzare il simbolo del partito è arrivata solo nella giornata di ieri anche se, a dire il vero, lui in campagna elettorale, per conto dei grillini, lo era già da  tempo. Adesso il cerchio è chiuso, o quasi, con tutti gli schieramenti politici che hanno il loro concorrente alla carica di primo cittadino del capoluogo.
  
Fabio Valente, 51 anni, una laurea in informatica, presidente di un ente di formazione professionale, sposato e con una figlia di 14 anni non proprio contenta della decisione presa da papà, è ufficialmente il candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle e si aggiunge a Mauro Giliberti, centrodestra; Stefano Salvemini, centrosinistra; Alessandro Delli Noci, liste civiche e Udc e Luca Ruberti, Lecce Bene Comune.
  
Oggi, presso il comitato elettorale di via Imperatore Adriano la presentazione ufficiale della candidatura.
  
"Nel corso della mia vita ho votato molto di pancia", ha affermato nel corso dell'incontro. "Sono tra quelli che hanno consentito a Mario Capanna di ottenere il vitalizio, ma la mia preferenza è andata anche alle coalizioni di centrodestra. Dal 2011, però, ho sposato appieno gli ideali del Movimento”.
  
La campagna elettorale in vista dell’importante appuntamento a cui sarà chiamata Lecce è iniziata da tempo, anche se un po’ con il freno tirato per via della mancata attestazione dall’alto: “Sono contento di aver ottenuto la certificazione da parte dello staff nazionale che fa sì che si possa utilizzare Il simbolo - prosegue - in quanto è garanzia per i cittadini che ci voteranno che, nelle nostre liste, non ci sono persone condannate o con avvisi di garanzia”.
  
Guai però a pensare che in una piazza come Lecce, reduce da vent’anni di Governo di destra il Movimento Cinque Stelle non possa giocarsi la partita: “Siamo consapevoli di poter vincere questa competizione – ha dichiarato Valente –presenteremo un programma concreto e credibile scritto dai cittadini e siamo certi che i leccesi ci premieranno. La nostra lista elettorale spazia dai professioni quali medici e ingegneri a casalinghe e operai. Posso assicurare sin da subito che non faremo mai accordi e inciuci con alcuno e in caso saremo all'opposizione vigileremo sull'operato dell'amministrazione senza fare sconti ad alcuno e nel caso non andremo al ballottaggio non appoggeremo i candidati che vi si presenteranno”.
  
Sul passato il candidato del M5S ha le idee chiare “In questi anni, al di là di qualche operazione di maquillage che in certi casi è anche condivisibile, il governo cittadino ci lascia una città abbandonata a se stessa. Il nostro impegno sarà rivolto al reddito di cittadinanza; alla lotta alla povertà, che è il nostro caposaldo; a dare vita a piano sostenibile di mobilità. Inoltre a Lecce c'è un'importante Università, ma il capoluogo non è una città universitaria, mancano alloggi, aule e piste ciclabili grazie alle quali raggiungere l’Ecotekne. Le periferie, poi, sono solo quartieri dormitorio e riteniamo che la città debba essere policentrica e tutte le zone debbano essere vissute”.
  
Insomma, come dichiarato da Valente «Faremo in modo che Lecce diventi un centro senza figli e figliastri, dove nessuno, riprendendo ciò che afferma il nostro motto, dovrà rimanere indietro».
  
A prendere la parola, poi, la senatrice Barbara Lezzi: "Sono orgogliosa della certificazione ottenuta da Fabio, che implica una verifica puntuale dei requisitiCinque anni fa eravamo molti meno, adesso, invece, siamo un gruppo più florido. Fabio è stato sempre un Cinque Stelle, si è impegnato sempre per portare avanti i principi e la coerenza ritengo debba essere premiata. Si può dire tutto sulla nostra azione, ma non che non siamo stati sempre coerenti. Vogliamo governare questa città come mai è stata amministrata. Lecce è dei leccesi e non delle ideologie e i servizi sono dei leccesi.Sono certa che l'amministrazione del movimento risponderà alle istanze di tutti"
 

A prendere la parola, infine, l'altro rappresentate del movimento in seno al Senato della Repubblica, Maurizio Buccarella: "Cinque anni fa fu una campagna elettorale difficile, oggi,  la difficoltà è la stessa, ma abbiamo un'altra immagine,al di là degli errori che tutti possiamo commettere. Lecce in questi anni ha avuto a che fare con un grosso sistema clientelare e noi vogliamo che tutto questo abbia fine. Nei prossimi giorni lanceremo una proposta per fare in modo che si dia vita a una campagna elettorale all'insegna della trasparenza. Saremo vigili e attenti affinché le regole vengano rispettate e chiediamo l'aiuto di tutti. Vorremmo mettere in piedi un progetto che consenta di segnalerà i manifesti abusivi, le vele mobili parcheggiate in luoghi dove non è possibile farlo e per questo chiediamo l'ausilio di Polizia Locale, Prefettura, Questura Cittadini e operatori della comunicazione. Poi si vedrà chi è in grado di affrontare la campagna elettorale in modalità di trasparenza e rispetto delle regole. Al netto dei nostri impegni parlamentari noi portavoce nazionali saremo sul territorio a sostenere il nostro candidato". 

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |