La musica, i bes e il sostegno...Parte il Master in 'Educatore esperto nella didattica inclusiva'

Promuovere esperienze educative inclusive e raggiungere, attraverso il linguaggio universale della musica, quegli studenti che sono a maggior rischio di esclusione. ╚ questo l'obiettivo del master in Educatore esperto nella didattica inclusiva - La musica per i BES e il sostegno.


Parte il Master in Educatore esperto nella didattica inclusiva
Parte il Master in Educatore esperto nella didattica inclusiva

Dal Salento. La laurea? Solo il punto di partenza. Così è scritto, nero su bianco, nella nuova legge sulla professione dell’educatore. La VII Commissione Istruzione della Camera, infatti, ha approvato la recente proposta legislativa riguardante la figura professionale degli educatori e dei pedagogisti che lavorano nella scuola pubblica italiana.  
 
«Si tratta di un risultato atteso da troppo tempo e che darà certezze a circa 150 mila persone in Italia. Finalmente – ha affermato l’onorevole Iori , prima firmataria - chi lavora in ambito educativo potrà vedere riconosciuta la propria professionalità. Vengono fissati alcuni requisiti basilari, prendendo come riferimento il livello delle conoscenze richieste dal quadro europeo delle qualificazioni professionali, e individuando i percorsi di studio, le competenze, i titoli, gli sbocchi occupazionali. Entrerà in vigore l'obbligatorietà della laurea per accedere alle professioni educative».
 
In altre parole, i nuovi riferimenti legislativi in vigore conducono verso l’obbligo di formazione  per gli educatori, per i docenti e per i professionisti che operano nel settore sociale e dell’istruzione. L’obiettivo è quello di migliorare l’efficacia didattica-educativa in toto, e in particolare nei confronti delle persone con disabilità o con bisogni educativi speciali.
 

Oggi, anche alla luce della "spinta" verso la professionalizzazione, optare per un percorso post-lauream di spessore ed efficace è una scelta importante.
  
Un master universitario rappresenta una strada quasi obbligata per chiunque voglia arricchire la propria formazione.  
 
La laurea non sarà più il punto d’arrivo per la figura di educatore, ma rappresenterà solo il punto di partenza. Da anni, infatti, era previsto uno specifico Corso di laurea indirizzato a tutti coloro che avrebbero voluto intraprendere tale professione, oggi infatti la stessa Legge che ha introdotto l’obbligo del titolo di laurea, come necessario per  poter svolgere tale attività, altro non fa che spingere verso  una specializzazione sempre maggiore.
Questo vuol dire solo una cosa: gli Educatori a breve saranno tutti laureati, ma quanti avranno acquisito un titolo accademico specializzante?      
    
Il Centro Uniformazione, con l’Università Giustino Fortunato, da tempo segue il percorso formativo di centinaia di professionisti, erigendosi da anni a “precursore” delle esigenze formative dettate dal mondo del lavoro.
Così, infatti, è stato per il Master Universitario di Primo Livello in Coordinatore Pedagogico che va a plasmare una figura professionale sempre più in primo piano nei servizi per l’infanzia giunto quest’anno alla sua seconda edizione a riprova di come sul territorio stia aumentando la richiesta per  importantissima questa figura professionale.
 
Per questo anno accademico, il Centro Uniformazione, ha avviato un ulteriore Master universitario di Primo Livello in Educatore esperto nella didattica inclusiva – La musica per i BES e il sostegno. Il primo, in Italia che si rivolge alla formazione del personale operante nei servizi educativi introducendo tematiche innovative come la musica, l’inclusione, i bes e il sostegno.
 
Il master anticipa e attua quelle necessità formative previste dalla Riforma della “Buona Scuola”, quelle priorità analizzate dalla legge proposta della deputata del PD Vanna Iori, politico e docente universitario, la quale ritiene come elemento necessario, il possesso di un titolo di laurea universitario per svolgere la professione, ma ciò non è sufficiente per essere un buon educatore tanto da favorire anche l’istituzione di corsi e master utili ed essenziali per accrescere la voglia di competitività professionale e personale, e poter rivederele proprie competenze culturali a favore di una preparazione sempre più specifica nel settore.
 
Il Master introduce nuove metodologie didattiche necessarie per la formazione dei docenti e degli educatori che operano nel settore sociale e dell’istruzione. Prendendo atto della crescente domanda di sviluppo delle pratiche pedagogiche inclusive nell’ambito della didattica generale e della musica, questo master è progettato per consentire ai partecipanti di acquisire competenze psico-pedagogiche atte a promuovere esperienze educative inclusive e raggiungere, attraverso il linguaggio universale della musica, quegli studenti che sono a maggior rischio di esclusione per differenze culturali e/o psicofisiche.
  
Avrà durata annuale, per un carico didattico pari a 1.500 ore corrispondenti a 60 Crediti Formativi Universitari. Il percorso formativo avviene in modalità blended (frontale/on-line). La frequenza da parte degli iscritti alle attività del Master è obbligatoria.
  
A conclusione  agli iscritti che abbiano adempiuto agli obblighi, superato le verifiche relative alle varie discipline e sostenuto la dissertazione di una tesi finale, sarà rilasciato il Diploma di Master Universitario annuale di I livello in: "Educatore esperto nella didattica inclusiva - la musica per i BES ed il sostegno”  di 1500 ore pari a 60 CFU utilizzabili ai sensi delle attuali disposizioni di legge.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |