Giovanni Gastel al Must di Lecce con 'Le cento facce della musica italiana'

Inaugura presso gli spazi del Museo Storico della Città di Lecce la mostra fotografica dell'artista, dopo Milano, Monza, Saluzzo e Parma. Un bel percorso fotografico 'dedicato' agli artisti della musica italiana.


Giovanni Gastel
Giovanni Gastel

Lecce. Giovanni Gastel è l’artista che trova magica la macchina fotografica, un mezzo solo apparentemente tecnologico, ma che possiede in se un’anima, come era il marmo per Michelangelo.  Nato a Milano il 27 dicembre 1955, Giovanni è l'ultimo di sette figli. Negli anni Settanta, avviene il suo primo contatto con la fotografia e da quel momento ha inizio un lungo periodo di apprendistato durante il quale fotografa matrimoni, esegue ritratti, piccoli still-life e qualche servizio di moda per bambini.

Dopo aver lavorato per la casa d'aste Christie's, la svolta avviene nel 1981 quando incontra Carla Ghiglieri, che diventa il suo agente e lo avvicina al mondo della moda. Da questo momento, la sua attività professionale s'intensifica e inizia a collaborare con le più prestigiose testate di moda sia in Italia che all'estero, soprattutto a Parigi.Il suo impegno attivo nel mondo della fotografia lo avvicina anche all'Associazione Fotografi Italiani Professionisti, di cui è stato presidente dal 1996 al 1998. Da allora ne è presidente onorario. La consacrazione artistica avviene nel 1997, quando la Triennale di Milano gli dedica una mostra personale, curata dallo storico d'arte contemporanea, Germano Celant, in cui vengono presentate circa 200 fotografie.Collabora a lungo con la rivista di moda Vogue e in qualsiasi progetto, conserverà l’eleganza e la composizione suggestiva che lo avvicina ai celebri Irving Penn e Richard Avedon.

A Lecce, al MUST, approda la sua ultima produzione LE 100 FACCE DELLA MUSICA ITALIANA, che ha già fatto tappa alla Fabbrica del Vapore di Milano, alla Villa Reale di Monza, alla Castiglia di Saluzzo, al Palazzo del Governatore di Parma.Nato alla fine del 2014 il progetto, si è concretizzato nel numero speciale di Rolling Stone uscito a febbraio 2015 ed è stato poi trasformato in un documentario prodotto da Sky Arte HD.La selezione di 100 scatti non è certamente un catalogoe la ricerca non puòdirsi conclusa. Se non avesse fatto il fotografo, Gastelavrebbe scelto la scrittura: ed è proprio un mondo narrato quello delle sue fotografie, inquadrature sapienti che esitano sui particolari più significativi, ogni immagine è il racconto del vissuto, la storia non edulcorata ma diretta di ciascun protagonista.

Le cento facce della musica italiana ritratte da Giovanni Gastel sono: Marco Alboni, Giovanni Allevi, Alessandra Amoroso, Biagio Antonacci, Renzo Arbore, Arisa, MalikaAyane, Claudio Baglioni, Franco Battiato, Samuele Bersani, Mario Biondi, Brunori Sas, Bugo, Caparezza, Vinicio Capossela, Pierpaolo Capovilla, Luca Carboni, Caterina Caselli, Andrea Castellari, Francesco Cattini, Claudio Cecchetto, Clementino, Club Dogo, Paolo Conte, Cesare Cremonini, Simone Cristicchi, Mimmo D’Alessandro & Adolfo Galli, Cristiano De André, Francesco De Gregori, Roberto De Luca, Dente, Adele Di Palma, Veronica Di Quattro, Cristina Donà, Ludovico Einaudi, Elisa, EmisKilla, Ensi, Fabri Fibra, Fedez, Tiziano Ferro, Eugenio Finardi, Ivano Fossati, Frankie hi-nrg, MaxGazzé, Giorgia, Dario Giovannini, Francesco Guccini, J-Ax, Jovanotti, Ligabue, Linus, Litfiba, Luci della Centrale Elettrica, Mannarino, Fiorella Mannoia, Marlene Kuntz, Marracash, Emma Marrone, Alessandro Massara, Marco Mengoni, Lorenzo Mieli, Mina, Ministri, Mogol, Gianni Morandi, Morgan, Gianna Nannini, Negramaro, Negrita, Mauro Pagani, Giuliano Palma, Massimiliano Pani, Omar Pedrini, Pierpaolo Peroni, Max Pezzali, Eros Ramazzotti, Enrico Rava, Francesco Renga, Andrea Rosi, Enrico Ruggeri, Salmo, Maurizio Salvadori, Ferdinando Salzano, Andrea Scrosati, Stefano Senardi, Daniele Silvestri, Sir Bob CorneliusRifo, Subsonica, Fabio Treves, Claudio Trotta, Davide Van De Sfroos, Ornella Vanoni, Vasco, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Verdena, Nina Zilli, Zucchero, Paola Zukar.

Patrocinata dal Comune di Lecce, la mostra si pone come obiettivo quello di sottolineare il forte legame del territorio con la musica in tutte le sue forme d’espressione: il Must, nell’ambito della rassegna espositiva e culturale SUMMER MUST 2017 offrirà infatti un’interpretazione visiva degli artisti e degli operatori dello show biz che hanno segnato il panorama musicale contemporaneo
Dal 3 giugno 2017 al 30 agosto 2017. Orari di apertura: da martedì a domenica,10 – 13; 15 – 19 - Lunedì chiuso
Informazioni e prenotazione al pubblico: Tel. 0832 241067 – info@mustlecce.it
email e sito di riferimento info@mustlecce.it www.mustlecce.it.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |