​Warhol vs Gartel. La bellezza dell'innovazione nell'Arte Contemporanea si svela a Lecce

Arriva nella capitale del Barocco una interessante mostra che mette a confronto la Pop Art di Andy Warhol e la Hyper Pop di Laurence Gartel. Le opere dei due artisti americani si potranno ammirare in una mostra curata da Maurizio Vanni, dall'8 al 16 settembre.


A Lecce la mostra 'Warhol vs Gartel. Hyp Pop'
A Lecce la mostra 'Warhol vs Gartel. Hyp Pop'

Lecce. Dall’8 giugno al 16 settembre 2017, con la mostra Warhol vs Gartel, la Pop Art arriva a Lecce e lo fa in grande stile, approdando negli spazi della galleria ART&CO, in via 47 Reggimento Fanteria 22. La mostra, che gode del patrocinio del Comune di Lecce, è curata da Maurizio Vanni, direttore del Lucca Center of Contemporary Art.
  
Sicuramente un appuntamento imperdibile, questo confronto stimolante tra i due artisti che la linea temporale colloca in momenti storici diversi e che hanno compreso entrambi, con modalità differenti, che la realtà quotidiana non poteva più essere interpretata e che non ci si poteva continuare ad affidare agli strumenti tradizionali per apportare innovazione al mondo dell’Arte.
  
La loro mission si concretizzava nel riproporre il già fatto, il più delle volte riconoscibile, che veniva così passato e reso fruibile, con nuove accortezze concettuali e artistiche. Il loro obiettivo era quello di scoprire la verità e non la realtà, quell’essenza del mondo e delle cose che poteva giungere all’uomo solamente tramite i mezzi di comunicazione di massa.
  
La mostra Warhol vs Gartel, già ospite a Palazzo Bufalini a Spoleto e al LuCCA, Lucca Center of Contemporary Art, è un accostamento tra due mondi affini, quello della Pop Art di Andy Warhol (Pittsburgh, 1928 - New York, 1987) e quello della Digital Art di Laurence Gartel, artista nato a New York nel 1956. Una sfida interessante e inedita tra il Maestro Warhol e Gartel, uno dei più famosi esponenti dell’Arte in 'formato' digitale.
  
Da una parte Polaroid, registratore, Photomaton e serigrafia per Warhol, dall'altra Apple Macintosh (con programma Mac Paint), Commodore Amiga (abbinato al programma Deluxe Paint), la stampante Art Color Ink-Jet di Xerox, le novità di Canon con la macchina fotografica 760, le stampanti a getto d'inchiostro e i primi scanner per Gartel, tecniche che contemplavano sempre più l’utilizzo della macchina e sempre meno il coinvolgimento diretto e “fisico” dell’artista.
  
Maurizio Vanni, curatore della mostra, spiega “Andy Warhol e Laurence Gartel sono due di quegli artisti eletti, nati per fare e rimanere nella storia, cresciuti per modificare gli equilibri culturali e sociali di un luogo in un determinato momento storico”.
  
di Tiziana Protopapa

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |