​Giulio Neglia torna al teatro 'Kopò'. A Brindisi va in scena 'Tra moglie e marito'

Ritorna sul palco del Teatro Kopò di Brindisi l'attore salentino Giulio Neglia, portando in scenda l'ironica e pungente commedia 'Tra moglie e marito'. Una pièce che fa ridere e riflettere sugli aspetti più rassicuranti della nostra esistenza.


L'attore salentino Giulio Neglia
L'attore salentino Giulio Neglia

Brindisi. Giulio Neglia, noto salentino di successo, dall'esperienza attoriale ormai consolidata, ritorna sul palco del Teatro Kopò di Brindisi con una commedia ironica e pungente: "Tra moglie e marito" narra, infatti, la storia di un insolito triangolo amoroso.  Il personaggio di Alvaro Sticchia è un uomo noioso e molesto allo stesso tempo, affetto da molte turbe psichiche, alla ricerca di una via d’uscita dalle bizzarrie della sua personalità, si affiderà a chi conosce molto bene; rivolgendosi, dunque, ad una coppia di medici specialisti in psicopatologie. Liliana e Giuseppe sono non solo colleghi ma anche moglie e marito. Una coppia nella professione e nella vita che prende davvero a cuore il complicato caso di Alvaro Sticchia. L’incontro col suo mondo si rivela ben presto molto arduo, poiché il paziente gioca con le nevrosi individuali e di coppia dei due dottori. Come il dito del famoso proverbio, Sticchia si insinua nel loro ménage familiare, mettendolo in crisi.

Quest’uomo strambo e dall’animo tormentato pone domande a chi dovrebbe dargli risposte. Il protagonista insinua un dubbio anche nell’animo degli spettatori: forse non è un “malato di mente”, ma un portatore sano di zizzania. L’interazione tra i tre fa emergere in particolare un nervo scoperto della coppia, una profonda asimmetria. Mentre Liliana è una donna piacente e sicura di sé e della propria bellezza, suo marito Giuseppe è un uomo profondamente insicuro. Tra moglie e marito è una pièce strepitosa che fa ridere e fa riflettere sugli aspetti più rassicuranti della nostra esistenza che solo l’incontro con l’alterità, in questo caso la malattia mentale, può mettere in discussione. Tra molte risate non c’è forse alcuna “guarigione”, ma la crescita interiore di tutti i personaggi.

La PTK (Produzioni Teatro Kopó ) nasce nel febbraio del 2014. La compagnia si innesta sul lavoro dell’associazione culturale La Vie Bohème, nata a Roma nel dicembre del 2010 con il preciso scopo di promuovere e sostenere iniziative volte alla crescita culturale e sociale del nostro Paese. Tre anni dopo, nel pieno della più lunga crisi economica dal Secondo dopoguerra che ha falcidiato realtà piccole e grandi del teatro, l’associazione ha dato vita al Teatro Kopó di Roma, ubicato nel popoloso quartiere del Quadraro.
Senza finanziamenti pubblici o privati, senza “appoggi” esterni, i ragazzi del Kopó hanno dato vita ad una realtà teatrale unica in Italia, amata dagli spettatori e dalla critica. Dal 2016 hanno deciso di portare la stessa formula innovativa anche nella città di Brindisi.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |