Concorso per la nomina del comandante della Polizia Locale di Gallipoli, la Procura sequestra gli atti

Sei in » »

La Procura ha dunque accolto la richiesta avanzata dall'avvocato Giampiero Tramacere, in qualità di difensore di Giuseppe Parisi, vice comandante del Corpo di Polizia Locale della 'Città Bella'. Come atto dovuto il Sindaco Minerva è stato iscritto nel registro degli indagati.


Castello di Gallipoli
Castello di Gallipoli

Gallipoli. La Procura leccese vuole vederci chiaro sulla procedura per la nomina del nuovo comandante della Polizia Locale di Gallipoli. La Polizia giudiziaria su delega del sostituto procuratore Paola Guglielmi ha disposto il sequestro probatorio di tutti gli atti relativi a due concorsi, questa mattina negli uffici comunali. Dunque, sia quello interno (la presentazione delle domande era scaduta  il 30 novembre) che esterno. In questo secondo caso, il bando è stato pubblicato il 15 marzo scorso e i termini per le presentazioni delle domande sono in corso.
 
Come atto dovuto, in vista del sequestro della documentazione, il sindaco Stefano Minerva risponde dell'accusa di abuso d'ufficio. La Procura ha dunque accolto la richiesta di sequestro degli atti, avanzata dall'avvocato Giampiero Tramacere, in qualità di difensore di Giuseppe Parisi, vice comandante del Corpo di Polizia Locale della "Città Bella".
  
Già a partire dall'ottobre scorso, il legale ha presentato due denunce (l'altra risale a dicembre), sulle presunte irregolarità del concorso per titoli a tempo determinato, riservato al personale interno, bandito dal Comune di Gallipoli. Vi erano in lizza due candidature per il ruolo di comandante: quella della funzionaria Paola Vitali (già Comandante durante l’amministrazione Errico) e del vicecomandante Parisi. Nel contempo, era stata nominata una Commissione per valutare le domande e procedere con la comparazione dei curricula. Questa non si è però insediata, poiché il Sindaco ha disposto la sospensione precauzionale della gara, in attesa del parere di legittimità richiesto agli organi di controllo.
  
Il Comune di Gallipoli, però, nelle settimane scorse ha bandito un concorso esterno ed è scattata una terza denuncia da parte di Parisi.
 
Ricordiamo che in questi mesi, il gruppo di opposizione "Gallipoli Futura" guidato dall'ex Sindaco Flavio Fasano, aveva avanzato richiesta di accesso agli atti e fatto segnalazioni a Procura e Prefettura.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |