​Imbratta con un pennarello i box commerciali di Settelacquare, per un minore scatta la denuncia

Sei in » »

L'episodio scoperto dagli agenti della Polizia Locale di Lecce in Piazzale Vittime del Terrorismo. Disposto il sequestro probatorio del pennarello. Il giovane deferito per aver deturpato il bene pubblico ai sensi dell'art. 639 del Codice Penale.


I box imbrattati
I box imbrattati

Lecce. A spasso in periferia con zaini in spalla e pennarello in mano.
  
Così aveva programmato di trascorrere la mattinata un gruppetto di ragazzi, usciti di casa per frequentare le lezioni, ma sorpresi, intorno alle ore 11,30, dagli agenti della Polizia Locale, ad imbrattare i box commerciali di Piazzale Vittime del Terrorismo.
  
Gli agenti, che stavano svolgendo un servizio di controllo ordinario del mercato ortofrutticolo di Settelacquare non si sono fatti sfuggire i movimenti sospetti dei giovani, cinque ragazzi ed una ragazza, che si aggiravano tra la serie di contenitori in alluminio chiusi e in disuso, niente affatto attraenti per il passeggio.
  
La Polizia Locale da tempo, infatti, presta particolare attenzione alla struttura commerciale comunale in questione, costruita tra il mercato ortofrutticolo ed il cosiddetto Mercatino Etnico, per essere stata,  più volte, oggetto di atti vandalici e per aver dato ricovero ad alcuni senzatetto della città.
  
All’arrivo degli agenti uno dei ragazzi, non ancora diciottenne, ha subito ammesso di essere l’autore del gesto compiuto e di aver imbrattato con un pennarello nero i profili in alluminio dei locali, con una scritta ripetuta per ben quindici volte.
  
Informato del fatto il Pubblico Ministero di turno del Tribunale dei Minori, Dott. Imerio Tramis, il ragazzo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria, ai sensi dell’articolo 639 del Codice Penale per aver deturpato il bene pubblico ed è stato, altresì,  disposto il sequestro probatorio del pennarello utilizzato per commettere l’azione.

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |