​Cadavere ritrovato a Gallipoli, Marco Barba racconterÓ la sua versione dell'omicidio?

Sei in » »

Grande attesa per l'interrogatorio, previsto per domani pomeriggio, di Marco Barba accusato dalla figlia Rosalba di aver ucciso e nascosto il cadavere del marocchino 41enne scomparso da giugno e ritrovato in un fusto alla periferia di Gallipoli.


Casa Circondariale 'Carmelo Magli di Taranto
Casa Circondariale 'Carmelo Magli di Taranto

Taranto. Sarebbe la trama perfetta di un film se non fosse che la famiglia di Khalid Lagraidi sta vivendo giorni di angoscia in attesa di sapere se il corpo ritrovato in un fusto per carburanti, alla periferia di Gallipoli, sia davvero quello dell’ambulante marocchino scomparso da giugno.
  
Sarà l’esame del Dna a confermare l’identità di quel cadavere con il cranio fracassato che sarebbe dovuto sparire per sempre come dimostrano le tracce di acido emerse dall’autopsia che ha dato le prime fondamentali risposte su come Khalid sarebbe stato ucciso. A dire chi, invece, è stata la Rosalba Barba, figlia di ‘Tannatu’ volto noto alle cronache locali.  Sarebbe stata lei a condurre i carabinieri sulla strada giusta, confessando di essere stata presente all’esecuzione e costretta dal padre a aiutarlo a nascondere il cadavere.
   
C’è attesa, quindi, per l’interrogatorio previsto per domani pomeriggio nel carcere di Taranto, dove Marco Barba si trova rinchiuso per le lettere intimidatorie inviate all’allora candidato Sindaco, Sandro Quintana. È probabile che l’ex collaboratore di giustizia, difeso dall’avvocato Speranza Faenza, risponderà a tutte le domande del sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia Alessio Coccioli, titolare dell’inchiesta, chiarendo il suo ruolo o la sua estraneità in quello che sembra a tutti gli effetti un caso di lupara bianca eseguito in perfetto stile mafioso. Il 43enne gallipolino è accusato di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e occultamento di cadavere.
    
L’altro aspetto che resta ancora poco chiaro è il movente dell’omicidio: inizialmente si era parlato di una relazione sentimentale tra la figlia di Barba e l’ambulante marocchino, ma la pista del regolamento di conti dovuta a questioni d’onore o a debiti di droga resta la più accreditata. 

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |