La fortuna a Lecce ha 'mani d'oro': vinti 25mila euro presso lo storico botteghino

Sei in » »

'Sono contento, nonostante gli anni il botteghino porta ancora un pizzico di felicitą a qualche famiglia', ha detto Antonio Caputo del botteghino 'Lotterie Nazionali', meglio conosciuto come 'mani d'oro'.


La matrice del biglietto vincente
La matrice del biglietto vincente

Lecce. Lo storico esercizio di Piazza Sant’Oronzo continua a rendere felice i suoi utenti, spesso baciati dalla fortuna. È  il caso, infatti, del fortunato botteghino “Lotterie nazionali” di Antonio Caputo, meglio conosciuto come Tonino “Manidoro”. Ebbene, mani di oro nel vero senso della parola. Qui risiede, infatti, l’unico premio che spetta alla città di Lecce. Un premio di terza categoria (25mila euro) ma che comunque, di questi tempi, faranno certamente comodo a chi li ha vinti. Somma che dunque riporta il capoluogo salentino nella lista delle città più fortunate di questo inizio anno. “Sono entusiasta – afferma il signor Caputo – che, nonostante gli anni, il botteghino porti ancora un pizzico di felicità e serenità a qualche persona o famiglia, nella speranza che in futuro la nostra città possa essere protagonista di vincite più importanti come in passato”. E come dare torto al signor Caputo, del resto.
 
Intanto – conclude Caputo – faccio i miei migliori auguri al fortunato vincitore di questo premio, il quale possa essere un piccolo ma prezioso aiuto per un futuro di gioia e serenità”. Lo scorso anno, invece, ci furono ben quattro premi da 25mila euro a Lecce, San Cesario e Cavallino. Adesso, il fortunato possessore del biglietto vincente possiede 180 giorni – a partire dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del bollettino del'estrazione – per reclamare la propria vincita.
 
E anche nel 2014 ci fu una ‘Befana fortunata’ dal buon Tonino.
 
Nella circostanza, la vincita ammontava a ventimila euro.

Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |