​Cambio al vertice della Questura di Lecce: D'Angelo torna in Sardegna e passa il testimone a Leopoldo Laricchia

Sei in » »

Pierluigi D'Angelo, insediatosi nel febbraio del 2015 al vertice della Questura di Lecce, passa il testimone al Dirigente Superiore Leopoldo Laricchia, proveniente dalla Questura di Imperia.


Il nuovo Questore di Lecce Leopoldo Laricchia (fonte sanremonews)
Il nuovo Questore di Lecce Leopoldo Laricchia (fonte sanremonews)

Lecce. Il questore Pierluigi d’Angelo, dopo oltre due anni al vertice della Questura di Lecce, è stato nominato Questore di Cagliari. Il 61ene napoletano doc torna in Sardegna dove aveva trascorso 20 anni di carriera ricoprendo gli incarichi di Capo di Gabinetto della Questura di Cagliari, di Vicario di Oristano e di Nuoro e di Questore di Nuoro,  ma promette di conservare nel cuore il calore e l’affetto della gente salentina, alla quale – come si legge in una nota -  augura ogni meritata fortuna con la consapevolezza di essere stato testimone di una passione straordinaria di un popolo per il proprio territorio.
  
Lo ha deciso il consiglio di amministrazione del Dipartimento della pubblica sicurezza che ha approvato una serie di movimenti di dirigenti di polizia in diverse questure. 
  
D’Angelo, quindi, lascia il capoluogo barocco per un altro prestigioso incarico al termine di un periodo impegnativo, ma denso di soddisfazioni professionali e di tante belle esperienze personali fatte sul territorio. Al suo posto, il 4 maggio, subentrerà il Dirigente Superiore, il dottor Leopoldo Laricchia, 58enne livornese, proveniente dalla Questura di Imperia.
  
Laureato in Giurisprudenza all’Università di Pisa con una tesi in diritto penale, Laricchia ha vestito i prestigiosi panni di Ufficiale della Marina Militare nella Capitaneria di Porto di Livorno prima dell'ingresso in Polizia dove ha ricoperto ruoli di dirigente della divisione polizia amministrativa, sociale e dell’immigrazione.
  
Il 2 giugno del 2013 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”. 

Approfondimenti per
  
Autore:
0 commenti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |